Pubblicato il

D’AURIA, Massimo JR – Dissonanze

Titolo: Dissonanze
Autore: Massimo Junior D’Auria
Editore: Sogno Edizioni
Prezzo: 8,50 euro, c
Isbn: 978-88-96746-34-9
N. Pagine: 146
Genere: Noir/Thriller

In ogni esistenza c’è una lieve dissonanza pronta a esplodere con fragore, liberando il suo potenziale distruttivo…

 

I racconti che compongono “Dissonanze” indugiano principalmente tra il thriller e il noir, lambendo solo in parte gli elementi tipici di un horror sovrannaturale.
Massimo Jr D’Auria non è nuovo a opere simili: già un paio d’anni fa con il suo “Nero nr. 9” aveva dato vita a un’antologia dello stesso genere, che seppur peccando di qualche ingenuità imputabile all’inesperienza, si era rivelata un prodotto interessante e ricco di spunti, nel quale s’intravedeva un ottimo potenziale. Potenziale che in “Dissonanze” viene confermato, perché D’Auria non si limita a sfruttare gli stereotipi del genere: va molto più a fondo, esplorando l’orrore del quotidiano, indugiando sull’introspezione, scavando nell’anima dei protagonisti.
L’originalità di “Dissonanze” risiede proprio nella scelta di non giocare sui ribaltamenti, sui colpi di scena come sarebbe lecito aspettarsi da una raccolta di testi noir e thriller. Perché la penna dell’autore in quest’antologia diventa una flebo che instilla lentamente le gocce del sospetto, della paura, dell’ansia, fino a dare vita a scenari nitidi che non hanno bisogno del fattore sorpresa per colpire.

D’Auria usa focalizzazioni interne ed esterne, alternandole anche all’interno dello stesso racconto, con una prosa fluida e diretta. C’è da evidenziare che come in tutte le raccolte ci sono racconti più riusciti e meno riusciti. Alcuni li ho trovati troppo scarni, privi di un adeguato supporto motivazionale che indagasse le ragioni dell’orrore, come per esempio “Scrivere”, non a caso l’unico dei racconti che presenta un vero “colpo di scena” che però rimane confinato nell’ambito di un deus ex machina dando al racconto una sensazione di incompiuto.

Nel complesso in “Dissonanze” Massimo Jr D’Auria conferma le buone potenzialità mostrate nelle precedenti opere. La speranza di noi lettori appassionati del genere è che questo promettente autore napoletano prima o poi decida di abbandonare i racconti brevi per regalarci un bel romanzo, magari un thriller introspettivo.

VALUTAZIONE: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il risultato *