Pubblicato il

MARCHEGIANI, Pep – Circo Itaglia

Titolo: Circo Itaglia
Autore: Pep Marchegiani
Editore: Neo Edizioni
Genere: Satira Politica
Pagine: 132
Prezzo: 15,00
ISBN: 978-88-96176-13-9

In piena campagna elettorale (anticipata!), un libro che fotografa con una mordacità senza pari una classe politica sovrana e sempre uguale a se stessa, per svelarne la faccia più beffarda e grottesca. Più di 100 tavole illustrate, a metà tra il manifesto elettorale, l’etichetta e la pubblicità, ironicamente serie, che denunciano e ridicolizzano situazioni, personaggi e istituzioni. Tavole che catapultano la satira nell’immediatezza e nel colore di uno dei maggiori artisti della nuova Pop Art. Ci sono politici di destra, sinistra e centro. C’è Berlusconi e c’è Monti. Nemmeno Napolitano viene risparmiato. C’è l’Italia tutta rappresentata come un grande circo. Un circo dove si ride mentre lo stomaco si stringe, perché la crisi lavora ai fianchi e questa classe politica, burlona e giocherellona, inscena uno spettacolo di clownerie. Lo sguardo sarcastico e corrosivo è di Pep Marchegiani. Le parole sono dei nostri politici, e qui suonano come battute di una commedia popolare a cui, forse, preferiremmo non assistere.

La satira politica perpetrata attraverso le vignette umoristiche ha una lunga tradizione, laddove Forattini è sicuramente il più famoso esponente ma dove molti altri si sono cimentati. In questo panorama un libro come Circo Itaglia si dimostra certamente coraggioso, perché ha bisogno non solo di un pubblico mirato ma anche di differenziarsi da quanto fatto finora.

Le vignette di Circo Itaglia sono lavorate puntando a una grafica quasi digitale, lontana dal solito cartamatita: i colori sono vivaci e sgargianti, bucano l’iride per arrivare alla coscienza individuale. Non differiscono le une dalle altre come genere, poiché l’obiettivo di questa ripetitività che presenta i protagonisti come clown è evidente: l’ossessivo susseguirsi delle maschere grottesche serve a enfatizzare il messaggio. Questa infatti è la “zampata” di Pep Marchegiani: laddove i suoi predecessori creavano situazioni e inventavano conversazioni per mettere in evidenza i paradossi della politica italiana, in questo testo i parlamentari (e non) fanno tutto da soli. Sono le loro stesse affermazioni a inchiodarli di fronte alle idiosincrasie, alle contraddizioni e alle incapacità che animano il loro attivismo.

Qualsiasi sia la fede politica di chi acquista il libro, non si può non sorridere di fronte a questa dissacrante carrellata, che dimostra la capacità di affossarsi con le proprie mani (o in questo caso con le proprie parole).

VALUTAZIONE: discreto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il risultato *