Pubblicato il

CAVALLARO, Valentina – Amori e pasticci su Facebook

Titolo: AMORI E PASTICCI SU FACEBOOK
Autore: VALENTINA CAVALLARO
Editore: NOCCHIERO EDIZIONI
Genere: CHICK-LIT
Pagine: 116
Prezzo: Euro 12,00

A.A.A Fidanzato cercasi. Bello, alto, maturo. Disponibilità immediata. Astenersi perditempo. Qual è la festa più attesa dell’anno dagli innamorati? San Valentino, ovvio. Se non si è single come Milena. Manca però ancora una settimana alla fatidica data e in sette giorni un fidanzato si può trovare. Come? Con Facebook naturalmente. Ecco così Vishal, bello, esotico, più grande, fa persino l’attore a Bollywood… ma sarà l’uomo perfetto? L’unico modo per scoprirlo è uscire dalla rete e incontrarlo. Sempre ammesso che esista. Se però si mettono di mezzo Felice, dark quindicenne e un gruppo di attempati gigolò, allora le cose si complicano…

Milena ha vent’anni, vive in un monolocale di venti metri quadrati e lavora come centralinista in una ditta che vende pentole. A pochi giorni da San Valentino viene presa dallo sconforto: Milena infatti non ha un fidanzato, non ha amici, non ha interessi e non frequenta nessuno, se si escludono i vecchietti della casa di riposo dove periodicamente svolge una sorta di volontariato retribuito. Decide dunque di affidare le sorti del suo futuro sentimentale a Facebook dove incontra Vishal, con cui intreccerà una sgrammaticata relazione virtuale dall’epilogo inaspettato. Le emozioni più forti però arriveranno da Felice, adolescente dark che Milena conoscerà grazie agli ospiti della casa di riposo.

Amori e pasticci su Facebook viene classificato come una chick lit, nonostante gli elementi peculiari del genere non siano esposti con sufficiente incisività; un romanzo chick-lit tende a essere umoristico e post-femminista nella rappresentazione della vita e dei rapporti sentimentali. Le protagoniste sono di solito donne dinamiche, spesso tacciate di superficialità, che amano lo shopping sfrenato e il glamour in tutte le sue forme. Quello che però contraddistingue una chick lit è lo stile della narrazione, che tende a essere irriverente anche (e soprattutto) sugli argomenti sentimentali e sessuali.
In questo romanzo la protagonista è piuttosto statica, poco incline alle tematiche da fashion icon, interessata solo a migliorare la propria condizione di ventenne single ma sempre con una certa moderazione. L’irriverenza e il brio che dovrebbero dare colore alle vicende mancano, sebbene l’autrice tenti, non sempre con successo, di fregiarsi di quell’ironia indispensabile in un’opera simile. Uno dei rischi che si corrono cimentandosi in un genere come la chick lit è quello di confondere una narrazione che deve essere leggera con un’esposizione superficiale: adottare uno stile brillante non significa infatti impoverire l’intreccio evitando di approfondire la psicologia dei personaggi e le ambientazioni.

Quello che mi ha convinto meno di questo romanzo è proprio il tratteggio di Milena, protagonista indiscussa attorno cui ruota l’intera opera: Milena appare come una specie di disadattata nonostante abbia tutte le potenzialità per essere una ventenne come tutte le altre; a un discreto aspetto fisico si affianca un carattere tutto sommato affabile, un lavoro, un appartamento indipendente. Leggendo questo breve romanzo è inevitabile chiedersi perché Milena non abbia amici, visto che non sembra esserci alcun impedimento alla sua capacità di socializzazione. Poiché tutto il romanzo si basa sulla vischiosità dei rapporti virtuali, sarebbe stato opportuno approfondire le motivazioni che portano la protagonista a convincersi che Facebook sia l’unico mezzo per raggiungere l’obiettivo; la scarna introduzione sui suoi trascorsi di studentessa in un liceo femminile non appare sufficiente a sfaccettare la figura di Milena. Si sente dunque la mancanza di un background convincente, che fornisca le spiegazioni necessarie ad affrancare l’intreccio dalla sensazione che sia fine a se stesso.

Proprio per quanto concerne il tessuto narrativo c’è da dire che gli episodi di cui Milena si rende protagonista appaiono quanto meno paradossali: se da una parte è possibile, anche se poco probabile, che una ventenne single non conosca i social network, dall’altra appare decisamente incredibile che una studentessa fresca di liceo non abbia mai sentito nemmeno nominare Dostoevskij, al punto da credere che sia un amico del suo collega di call center. In quest’ottica il tentativo di forzare l’ironia a tutti i costi appare grottesco e priva la narrazione di verosimiglianza.
Anche lo scioglimento lascia molte perplessità: restano troppe domande circa la mancata ricerca di Milena da parte di genitori e parenti, figure menzionate solo sporadicamente durante la narrazione.

Nonostante l’esposizione sia piuttosto lineare lo stile appare ancora acerbo, e l’insistenza con cui l’autrice utilizza un’arma potente – ma scivolosa – come quella dell’ironia ne è testimonianza: il risultato è che anziché alleggerirle le pagine vengono rese meno digeribili. Quelli che dovrebbero essere dunque i punti di forza del racconto diventano fragilità: le caratteristiche di Milena quali l’ingenuità, la rigidità con cui si pone di fronte a determinate vicende, la sua scarsa conoscenza dei rapporti sociali anziché renderla tridimensionale appaiono eccessivamente calcate, rendendola più una macchietta che un personaggio narrativo dotato del giusto spessore.

Una nota positiva viene data dal finale, che strappa un sorriso e lascia una nota di speranza.

Nel complesso Amori e pasticci su Facebook presenta diverse lacune, sia a livello d’intreccio sia stilistiche, che la rendono un’opera potenzialmente discreta ma ancora decisamente immatura; sebbene siano presenti le basi di una buona struttura, l’elaborazione lascia molto a desiderare.

VALUTAZIONE: migliorabile

Pubblicato il

[CONCORSI] Premio Zucca (scad. 15/05/2012)

BANDO DI PARTECIPAZIONE Premio Zucca Spirito Noir – NARRATIVA NOIR 1^ edizione

PREMIO ZUCCA SPIRITO NOIR è realizzato dalla Società ILLVA di Saronno in accordo con il Courmayeur Noir in Festival ed altri soggetti pubblici e privati. Intende promuovere il lavoro degli autori, attraverso la pubblicazione del migliore elaborato in un volume apposito e mediante la premiazione del vincitore durante l’Edizione del Courmayeur Noir in Festival del 2012.

Art. 1 – Tema
PREMIO ZUCCA SPIRITO NOIR è un’iniziativa per una raccolta di opere brevi di narrativa noir, aperta a tutti coloro che si vogliano cimentare in un racconto sui temi del giallo e del mistero. L’elemento guida essenziale da inserire nel racconto è stato guidato, discusso e scelto sulla pagina Facebook Rabarbaro Zucca da Michele Riondino insieme ai fan della pagina durante il periodo 23/02/2012 – 05/03/2012: il tema scelto è “La notte”.
Le opere dovranno imprescindibilmente avere come elemento guida del racconto il tema “La notte”.

Art. 2 – Requisiti per la partecipazione
Il bando è rivolto scrittori esordienti, giovani scrittori, studenti ed appassionati italiani ed europei dai 18 anni in su, per offrire un’opportunità creativa sui temi del noir tra memoria, fantasia, cronaca e leggenda. Si richiede materiale inedito in lingua italiana che non sia stato premiato né presentato ad altri concorsi o già pubblicato, anche parzialmente, o presente sul Web. La partecipazione all’iniziativa è gratuita.

Art. 3 – Modalità di partecipazione
Sono ammessi racconti in lingua italiana originali e inediti a tema noir, per una lunghezza massima di 15 cartelle dattiloscritte (cartella tipo: 35 righe, 55 battute per un massimo di 2000 battute). Ogni autore potrà partecipare con massimo 3 opere.

Art. 4 – Scadenza
I racconti dovranno pervenire dal 12°marzo 2012 al 15 maggio 2012 all’indirizzo specificato all’articolo seguente (Art. 5). , nelle modalità indicate nell’articolo seguente (Art. 5)
La votazione della giuria e l’annuncio avverrà nella settimana a partire dal 4 giugno 2012.
Il libro sarà presentato e pubblicato tra giugno/luglio 2012.
La comunicazione e presentazione ufficiale della collana Spirito Noir Collection e del vincitore Premio Zucca Spirito Noir avverranno durante l’Edizione del Courmayeur Noir in Festival del 2012.

Art. 5 – Presentazione e invio dei materiali
Per partecipare al concorso, gli utenti dovranno collegarsi all’indirizzo https://www.facebook.com/rabarbaro.zucca diventare fan della pagina Rabarbaro Zucca cliccando “Mi Piace”, andare poi sul tab Premio Zucca e registrarsi.
La registrazione al concorso avviene attraverso la compilazione di un form (nome, cognome, indirizzo, sesso, telefono, CF, mail e campo captcha) e l’accettazione del presente bando con condizioni d’uso da parte della proposta da parte di Zucca.
La conferma della registrazione tramite l’invio di una mail all’indirizzo del partecipante appena iscritto. Le opere di tutti i partecipanti dovranno essere accompagnate, obbligatoriamente, da un breve incipit di circa 2 cartelle (massimo di 4000 battute).
Le opere dovranno essere caricate in formato PDF non protetto, verificando che il testo non sia convertito in tracciati. Gli autori dovranno inviare incipit, proposta e biografia caricandole dalla piattaforma dedicata, con possibilità di modificare i manoscritti nei 2 gg successivi all’upload tramite il link che riceveranno via mail.
Il sistema considererà come valida solo l’ultima versione caricata.
Incipit e versione integrale del testo verranno così pubblicati nello spazio dedicato.

Art. 6 – Selezione e valutazione delle opere
La Commissione di selezione sarà costituita da esperti della materia letteraria e Noir e da rappresentanti degli enti promotori. Le decisioni della Commissione saranno prese a maggioranza e saranno inappellabili. Verrà selezionato 1 solo autore fra tutti i partecipanti al concorso, l’opera del quale verrà pubblicata nell’antologia Spirito Noir Collection che sarà presentata nel corso del Courmayeur Festival 2012; fra essi verrà menzionato l’autore del racconto che sarà riconosciuto dalla stessa Commissione come il migliore.

Art. 7 – Esclusione delle opere
Verranno escluse dal concorso:
le opere che non si attengono al genere letterario citato;
le opere che contengono messaggi offensivi della morale pubblica o irrispettosi del comune senso del pudore, di carattere politico, discriminatorio o che comunque possano turbare o violare la sensibilità e la dignità altrui;
le opere che si discostano dalla lunghezza prescritta;
le opere che non rispettano le clausole imposte dal presente Bando di Concorso.
Per quanto non previsto dal presente Bando di Concorso, le decisioni su eventuali controversie o chiarimenti spettano autonomamente al Presidente del Premio, il cui giudizio è inappellabile.

Art. 8 – Premio
Il racconto vincitore verrà pubblicato in appendice ad un prestigioso volume di narrativa noir proposto nel 2012 da una qualificata casa editrice nazionale in collaborazione con Rabarbaro Zucca – Spirito Noir.
Il libro entrerà a far parte della “Premio Zucca – Spirito Noir Collection”.

Art. 9 – Trattamento dati personali, responsabilità e diritto d’autore
In esecuzione del decreto legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), il partecipante fornisce il proprio consenso al trattamento dei propri dati personali. Ogni autore partecipante sarà responsabile per i contenuti della propria opera. Il candidato assicurerà, con specifica dichiarazione contenuta nel modulo di partecipazione, che l’opera presentata è originale, che non è mai stata premiata né presentata in altri concorsi, né mai pubblicata nemmeno parzialmente né immessa nella rete internet.
I partecipanti concederanno ai promotori dell’iniziativa il diritto, a titolo gratuito, di prima edizione delle opere inviate senza avere nulla a pretendere come diritto d’autore.
L’autore con la propria partecipazione si impegna a cedere i diritti di utilizzo ed autorizza la pubblicazione della propria opera su tutti i mezzi di comunicazione con limitazioni di tempo, 12 mesi e non per fini commerciali.
La partecipazione all’iniziativa implica l’accettazione da parte dei partecipanti di tutte le clausole e indicazioni contenute nel presente bando.

Art. 10 – Accettazione e clausole del Bando
La partecipazione all’iniziativa È GRATUITA ed implica l’accettazione da parte dei partecipanti di tutte le clausole e indicazioni contenute nel presente bando. NESSUN COMPENSO VERRA’ CORRISPOSTO AGLI AUTORI PARTECIPANTI NE’ AL VINCITORE.

IL BANDO ORIGINALE È CONSULTABILE  IN UNA NOTA PUBBLICATA SULLA PAGINA FACEBOOK DEL RABARBARO ZUCCA