Pubblicato il

PREMIO LETTERARIO CITTA’ DI CIAMPINO 2013

È con grande soddisfazione, un pizzico di orgoglio e una spolverata di felicità che in questo 31 ottobre 2013 pubblichiamo il bando del

PREMIO LETTERARIO CITTÁ DI CIAMPINO

promosso e organizzato dall’Associazione Mondoscrittura e patrocinato dal Comune di Ciampino.

Vogliamo in questa sede ringraziare ufficialmente l’Assessorato alla Cultura e il Consiglio del Comune di Ciampino che hanno voluto accordarci il privilegio di organizzare il primo concorso letterario nazionale intitolato alla città.

Il concorso si articolerà in tre sezioni: romanzi editi, romanzi inediti e racconti inediti. Gli elaborati dovranno essere inviati, seguendo le modalità riportate sul bando, entro il 31 dicembre 2013.

Tutte le informazioni su modalità di spedizione, norme redazionali, composizione della giuria e durata del concorso sono presenti nel bando che potete leggere qui di seguito oppure scaricare in pdf al seguente link: 

Per qualsiasi tipo di informazione potete contattare la segreteria all’indirizzo streghe@mondoscrittura.it.

Buona scrittura e buon lavoro a tutti,

Le Streghe Amelia e Grimilde

L’ASSOCIAZIONE MONDOSCRITTURA INDICE LA SECONDA EDIZIONE DEL

PREMIO MONDOSCRITTURA

“PREMIO LETTERARIO CITTÁ DI CIAMPINO”

ART.1
Il concorso si articola in 3 (tre) sezioni:
Sez. A – Opere edite nel periodo tra il 1/11/2012 e il 31/10/2013. Le opere dovranno essere edite senza alcun contributo da parte dell’autore.
Sez. B -Testo inedito della lunghezza minima di 150 cartelle e massima di 350 cartelle, ove per cartella s’intende un foglio dattiloscritto di 1.800 battute, spazi inclusi.
Sez. C – Racconto inedito di lunghezza compresa tra le 20 (venti) e le venticinque (25) cartelle dove per cartella s’intende un foglio dattiloscritto di 1.800 battute, spazi inclusi.

ART.2
I testi dovranno essere inviati entro il 31/12/2013 alla segreteria del Premio presso la sede legale di Mondoscrittura, Via Icaro n.21 00043 Ciampino. Farà fede il timbro postale.
Per la sezione A: i testi devono essere inviati in n.1 copie cartacea e una copia digitale all’indirizzo concorsi@mondoscrittura.it, specificando nell’oggetto “Premio Città di Ciampino, nome e cognome dell’autore – titolo dell’opera” (es.: Premio Città di Ciampino, Mario Rossi – La vita è bella)
Per la sezione B: i testi devono essere inviati n. 1 copie cartacea e n.1 copia digitale a concorsi@mondoscrittura.it. L’elaborato deve essere impaginato in Times New Romans 12 punti, interlinea 1.5, giustificato e deve avere le pagine numerate. Deve inoltre riportare sul frontespizio i recapiti dell’autore (nome, cognome, numero di telefono e indirizzo e-mail) e deve essere RILEGATO (non deve essere a fogli sciolti). Per il file digitale sono accettati i formati .doc, .docx e .org. Tutti i testi che non rispetteranno le norme redazionali sopra citate saranno automaticamente esclusi dalla selezione.
Per la sezione C: gli elaborati devono essere inviati n. 1 copie cartacea e n.1 copia digitale. Il testo deve essere impaginato in Times New Romans 12 punti, interlinea 1.5, giustificato e deve avere le pagine numerate. Deve inoltre riportare sul frontespizio i recapiti dell’autore (nome, cognome, numero di telefono e indirizzo e-mail) e non deve essere a fogli sciolti. Per il file digitale sono accettati i formati .doc, .docx e .org
Tutti i testi che non rispetteranno le norme redazionali sopra citate saranno automaticamente esclusi dalla selezione.
Per tutte le sezioni è necessario allegare una breve biografia dell’autore della lunghezza massima di 1 (una) cartella e una sinossi dell’opera di massimo 2 (due) cartelle.
È possibile partecipare a più di una sezione del concorso.

ART.3
Per le sezioni A e B sono accettati testi di tutti i generi letterari con l’esclusione della saggistica e della poesia.
Per la sezione C sono accettati esclusivamente racconti di genere giallo ambientati a Roma e Provincia.
I testi vanno inviati a partire dal 01/11/2013 fino al 31/12/2013. La partecipazione al concorso è riservata ai maggiori di anni 18.

ART.4
Per partecipare al premio è necessario versare la quota associativa a Mondoscrittura relativa all’anno 2013, fissata in Euro 5,00. Tale quota dovrà essere versata una sola volta, anche se si intende partecipare a più di una sezione del concorso. Le modalità di pagamento sono le seguenti:
– BONIFICO BANCARIO intestato a Associazione Culturale Mondoscrittura, IBAN IT66T0200839552000101855334
– PAYPAL: streghe@mondoscrittura.it
Nell’intestazione del pagamento è necessario specificare la causale “Premio Mondoscrittura Città di Ciampino”.
Sarà necessario compilare e restituire firmato il Modulo Associativo che la Redazione provvederà a inviare via email ai partecipanti.
I concorrenti alla sezione B che desiderino ricevere al termine del concorso una scheda di valutazione analitica del romanzo, devono versare all’atto dell’iscrizione la quota di Euro 70,00 (settanta) insieme alla quota associativa. Tale scheda di valutazione è facoltativa e il richiederla non costituisce titolo di merito. Qualora il testo vincitore risultasse tra quelli che hanno richiesto tale servizio, l’importo verrà restituito per intero all’autore.
In questo caso nell’intestazione del pagamento è necessario specificare la causale “Premio Mondoscrittura Città di Ciampino Valutazione”.

ART.5
Il primo classificato della sezione A riceverà un premio in denaro del valore di Euro 500,00 (cinquecento) e una targa commemorativa; il secondo classificato riceverà un premio in denaro del valore di Euro 200,00(duecento) e una targa commemorativa; il terzo classificato riceverà un premio in denaro di Euro 100,00 (cento) e una targa commemorativa.
Il primo classificato della sezione B riceverà un contratto di pubblicazione standard: l’editing, la realizzazione della copertina, la stampa e la promozione del testo saranno interamente a carico di Mondoscrittura. Il testo verrà prodotto in cartaceo e in ebook, e venduto tramite il sito di Mondoscrittura, i principali bookstore on-line e presso il circuito di librerie collegato a Mondoscrittura.
I cinque racconti vincitori della sezione C verranno raccolti in un’antologia e riceveranno un compenso una tantum del valore di 50(cinquanta) euro. L’editing, la realizzazione della copertina, la stampa e la promozione del testo saranno interamente a carico di Mondoscrittura. Il testo verrà prodotto in cartaceo e in ebook, e venduto tramite il sito di Mondoscrittura, i principali bookstore on-line e presso il circuito di librerie collegato a Mondoscrittura. L’autore ricevendo l’una tantum firmerà contestualmente liberatoria dei diritti d’autore, cedendoli per intero a Mondoscrittura.
La giuria si riserva di proporre la pubblicazione anche a testi non vincitori ma distintisi per il pregio della produzione.

ART.6
La giuria utilizzerà per la valutazione dei testi una scheda standard nella quale verranno espressi i punteggi in relazione alle differenti discriminanti del testo: forma, struttura, originalità del tema.
La giuria è composta dai soci fondatori di Mondoscrittura e da un comitato di lettura esterno all’associazione.

ART.7
I nomi dei vincitori saranno resi noti entro il 30 Giugno 2014 attraverso il sito http://www.mondoscrittura.it e con una comunicazione via e-mail a tutti i partecipanti.
La cerimonia di premiazione si terrà entro il 31/10/2014 presso la sala Consiliare del Comune di Ciampino o struttura similare atta a ospitare la premiazione, in data da stabilire.
I vincitori dovranno ritirare personalmente il premio pena la decadenza dallo stesso, che sarà assegnato al concorrente classificatosi al posto di graduatoria successivo.
L’autore vincitore che si rendesse irreperibile entro una settimana dalla pubblicazione degli esiti del concorso verrà automaticamente escluso, e il premio passerà al successivo autore in graduatoria.
È tutelata la riservatezza dei dati personali.

ART.8
Il giudizio della giuria è insindacabile. I testi ricevuti non saranno restituiti.

ART.9
La partecipazione al concorso comporta l’integrale accettazione del presente bando.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI SI RIMANDA ALLA PAGINA DELLE FAQ – CONSIGLIAMO VIVAMENTE DI LEGGERLA PRIMA DI INVIARE I TESTI PER LA SELEZIONE. LA PAGINA VIENE AGGIORNATA IN TEMPO REALE CON LE DOMANDE CHE ARRIVANO IN REDAZIONE.

Per informazioni: tel. 3389240066
e-mail: streghe@mondoscrittura.it
sito: www.mondoscrittura.it
http://www.comune.ciampino.roma.it/home/index.php?option=com_content&task=view&id=2660

Pubblicato il

[CONCORSI] Premio letterario LA GIARA, IIa edizione (scad. 30/11/2012)

La Rai-Radiotelevisione italiana bandisce la seconda edizione del Premio letterario “LA GIARA” aperto ai nuovi talenti della narrativa.

Con questo Premio, la Rai intende individuare e valorizzare i giovani scrittori ampliando la ricerca al di fuori delle sedi e dei circuiti culturali tradizionali.
La capillare diffusione della Rai nel territorio rende possibile un’ampia partecipazione all’iniziativa.
Rai metterà a disposizione dei vincitori il suo potenziale comunicativo, che permetterà loro di essere conosciuti e valutati da un vasto pubblico.
Al vincitore del Premio sarà garantita la pubblicazione della sua opera da parte di Rai Eri.

Possono partecipare i residenti in Italia di età compresa tra i 18 e i 39 anni. Potranno concorrere con un romanzo inedito di almeno 180.000 caratteri.
Le opere dovranno essere inviate con raccomandata postale in formato cartaceo (sei copie) ed in formato elettronico (documento word su CD) entro e non oltre il 30 novembre 2012 alla Sede Regionale Rai del comune di residenza dell’autore.
Tutti gli inediti saranno valutati e selezionati dalle Commissioni istituite nelle 21 Sedi regionali Rai e composte da esperti del mondo della narrativa, del giornalismo e della cultura.
A fine marzo 2013 saranno resi noti i nomi dei 42 semifinalisti, tra cui verrà successivamente scelta dalla Commissione nazionale la rosa dei tre finalisti.
Il vincitore verrà proclamato a fine luglio con un evento televisivo che si svolgerà ad Agrigento, nei luoghi natali di Pirandello.

PER TUTTE LE INFORMAZIONI E IL BANDO DI CONCORSO COMPLETO www.premiolagiara.rai.it

Pubblicato il

[CONCORSI] 7° concorso letterario Stefano Marello (scad. 28/09/2012)

Il concorso è aperto a tutti coloro che desiderano inviare i loro testi purché inediti.

Il concorso è diviso in due sezioni:
– prosa: il racconto presentato non dovrà superare le 8 cartelle dattiloscritte, ogni cartella dovrà essere di 30 righe circa;
– poesia: in numero massimo di 3 per autore, di 35 versi complessivi circa.
Il tema indicato è: “la ricerca della felicità”.

E’ possibile partecipare solo ad una sezione del concorso.

Gli elaborati, in 5 copie dattiloscritte, preferibilmente accompagnati da copia su CD, dovranno essere inviati in busta chiusa a: Circoscrizione VI – 6° Concorso “Stefano Marello” – Via San Benigno, 22 – 10154 Torino.

Il termine d’invio dei testi è entro e non oltre il 28 settembre 2012 (farà fede il timbro postale).
I lavori dovranno essere assolutamente anonimi, pena l’esclusione dal concorso.
Nella busta grande, dovrà essere inserita un’altra busta piccola chiusa contenente le generalità, il domicilio, il numero di telefono dell’autore/autrice e indirizzo di posta elettronica, a quale sezione si intende partecipare, il titolo dell’opera concorrente, qualche cenno biografico (massimo 5 righe) e una dichiarazione che attesti che l’opera è inedita.

Gli elaborati saranno esaminati e valutati da una giuria composta da scrittori/trici che sarà nota al momento della premiazione.
I premi consistono:
– nella pubblicazione in un’antologia delle opere ritenute idonee dalla Giuria.
– per i primi 4 classificati di ogni sezione verrà riservato un premio in denaro. Al 1°classificato un premio di Euro 750,00, al 2° di Euro 500,00, al 3° e 4° classificato un premio di 250,00 Euro. Dal 5° all’ 8° un premio in prodotti tipici. Eventuali altri premi particolari potranno essere aggiudicati dalla famiglia Marello.
Per le produzioni letterarie selezionate e pubblicate non si riconoscono i diritti d’autore.
Effettuata la selezione, i vincitori saranno tempestivamente avvisati, tramite e-mail o telefonicamente.
I dattiloscritti inviati non saranno restituiti.
Non saranno presi in considerazione i lavori che non avranno osservato tutte le norme contenute nel regolamento.
L’operato della Commissione giudicatrice è insindacabile e la partecipazione al concorso indica di per se stessa l’accettazione delle norme che lo regolano.
Ai sensi dell’art.13 del D.Lvo N. 196 del 30/06/03 i dati personali forniti saranno trattati dal Comune di Torino – Circoscrizione 6 esclusivamente ai fini del presente concorso.

Informazioni:
Circoscrizione 6 – Uff. Cultura – Via San Benigno, 22
10154 Torino – tel. 0114435636/69/59
www.comune.torino.it/circ6

Pubblicato il

[CONCORSI] Premio Neri Pozza (scad. 15/04/2013)

Oggi vi proponiamo un concorso per manoscritti inediti veramente interessante. Il premio consiste infatti in 25.000 euro più la pubblicazione con uno dei maggiori editori italiani.

IL REGOLAMENTO DEL PREMIO

1.ª I PARTECIPANTI

Il Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza è riservato agli autori, di qualsiasi nazionalità, che presentino un’opera di narrativa letteraria inedita, scritta in lingua italiana.

Non sono ammesse al concorso le opere di generi quali il giallo, il romanzo poliziesco, il fantasy, il memoir.

Gli autori che abbiano già vinto il Premio sono esclusi dal concorso.

Sono esclusi anche coloro che non rispettano i termini e le condizioni di presentazione delle opere stabiliti dal Premio.

2.ª PRESENTAZIONE DELLE OPERE AL PREMIO
Gli scrittori che desiderano concorrere al Premio dovranno spedire entro il 15 aprile 2013 (fa fede il timbro postale) il manoscritto in duplice copia a NERI POZZA EDITORE, via Fatebenefratelli, 4, 20121 Milano, attraverso una raccomandata postale con ricevuta di ritorno, specificando che l’opera concorre al Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza.

La ricevuta di ritorno attesta l’avvenuta recezione.

Ogni opera dovrà essere firmata con nome e cognome dell’autore o con pseudonimo. In questo secondo caso è necessario specificare che si tratta di pseudonimo. Ogni opera dovrà essere accompagnata da una busta a parte su cui sia riportato il nome e cognome o pseudonimo dell’autore contenente la seguente documentazione:

i) Identificazione dell’autore (nome e cognome e, nel caso lo si utilizzi, lo pseudonimo indicato sull’opera).

ii) Domicilio e numero di Carta di Identità o passaporto o qualsiasi altro documento ufficiale di identificazione.

iii) Dichiarazione del carattere originale dell’opera che si presenta.

iv) Dichiarazione della piena titolarità dei diritti dell’opera da parte dell’autore.

v) Dichiarazione di accettazione da parte dell’autore di tutte le condizioni stabilite dal Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza.

vi) Data e firma.

La busta dovrà essere sigillata solo per le opere presentate sotto pseudonimo, e rimarrà senza eccezioni sigillata, tranne nel caso in cui l’opera venga selezionata come finalista o vincitrice del Premio.

NERI POZZA EDITORE terrà informati i partecipanti al Premio attraverso comunicati stampa e attraverso il proprio sito web www.neripozza.it.

3.ª TITOLARITÀ, ORIGINALITÀ E DIVULGAZIONE DELLE OPERE

La presentazione di un’opera al concorso implica necessariamente l’accettazione totale delle seguenti condizioni da parte dei partecipanti:

1. L’assenso del partecipante alla divulgazione dell’opera presentata, qualora essa risulti vincitrice o finalista del Premio.

2. La garanzia da parte del partecipante, che solleva da qualsiasi responsabilità Neri Pozza Editore, della titolarità e originalità dell’opera presentata e inoltre che essa non sia copia o modificazione totale o parziale di altra opera propria o altrui.

3. La garanzia da parte del partecipante, che solleva da qualsiasi responsabilità Neri Pozza Editore, del carattere inedito in tutto il mondo dell’opera presentata e della esclusiva titolarità da parte del concorrente dei diritti di sfruttamento dell’opera, senza limitazione o onere alcuno sulla stessa nei confronti di terzi, e la garanzia che essa non sia stata presentata a nessun altro concorso in attesa di risoluzione.

La presentazione dell’opera di per sé sola garantisce l’impegno da parte del suo autore a non ritirarla dal concorso.

4.ª COMITATO DI LETTURA

Il Comitato di Lettura sarà composto dai seguenti membri liberamente designati da NERI POZZA EDITORE

GIORGIO AGAMBEN, filosofo
LUIGI BERNABÒ, agente letterario
STEFANO MALATESTA, giornalista e scrittore
SILVIO PERRELLA, critico letterario
SANDRA PETRIGNANI, scrittrice
GIUSEPPE RUSSO, direttore editoriale
MARCO VIGEVANI, agente letterario

Il sistema di analisi, selezione e valutazione delle opere presentate sarà insindacabilmente stabilito da NERI POZZA EDITORE.

Una commissione designata da NERI POZZA EDITORE realizzerà la lettura di tutte le opere ammesse al concorso e sceglierà le dodici opere che considererà migliori.

La longlist delle dodici opere selezionate sarà ufficialmente annunciata entro il 30 giugno 2013.

Queste dodici opere saranno sottoposte a lettura e valutazione del COMITATO DI LETTURA che sceglierà, a suo insindacabile giudizio, le cinque opere finaliste, che saranno ufficialmente annunciate entro settembre 2013.

Qualsiasi deliberazione del COMITATO DI LETTURA sarà segreta.

NERI POZZA EDITORE non risponde delle opinioni manifestate dal COMITATO DI LETTURA o da qualunque suo membro, prima o dopo l’assegnazione del Premio, in relazione a qualsiasi opera presentata.

>5.ª PREMIO

L’autore dell’opera vincitrice del Premio ha diritto a un assegno di 25.000 euro e alla pubblicazione dell’opera da parte di NERI POZZA EDITORE. Il concorso non potrà essere dichiarato deserto né si potrà ripartire il Premio tra due o più opere

La decisione del COMITATO DI LETTURA, che sarà inappellabile, sarà resa pubblica nel corso della cerimonia di premiazione che avrà luogo nel Teatro Olimpico di Vicenza durante il mese di settembre 2013.

6.ª CESSIONE DEI DIRITTI DI SFRUTTAMENTO DELL’OPERA

Il conseguimento del Premio da parte dell’autore dell’opera vincitrice implica che l’autore ceda in esclusiva a NERI POZZA EDITORE tutti i diritti di sfruttamento dell’opera, intendendo con questi i diritti di riproduzione parziale e totale dell’opera in qualsiasi forma, tipografica, elettronica e digitale in Italia e nel mondo.

L’autore dell’opera vincitrice si obbliga a sottoscrivere un regolare contratto di edizione e qualsiasi documento utile alla corretta formalizzazione della cessione dei diritti di sfruttamento dell’opera.

7. ª RESTITUZIONE DEI MANOSCRITTI

I manoscritti pervenuti non saranno restituiti agli autori non premiati e in nessun caso sarà possibile richiedere copia delle schede di lettura realizzate per la valutazione dell’opera.

Per quanto qui non espressamente previsto, il presente concorso letterario deve ritenersi disciplinato dalle norme del Codice Civile. Il concorso letterario, in particolare, non è soggetto alla disciplina del DPR 430/2001 relativo al regolamento concernente la disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, avendo ad oggetto la produzione di un’opera letteraria per la quale il conferimento del premio rappresenta un riconoscimento di merito personale e, di conseguenza, opera la fattispecie di esclusione di cui all’art. 6 comma 1 lettera a) del DPR 430/2001.

Per ulteriori informazioni http://www.neripozza.it/premio_dett.php?id_mag=20

Pubblicato il

[CONCORSI] Giallobirra 2012 (scad. 24/08/2012)

PREMESSA E FINALITA’

“Giallobirra” Concorso Nazionale di racconti brevi inediti di genere giallo/noir è un concorso promosso nell’ambito della manifestazione “Che Birra Che Fa”. Chi vuole partecipare dovrà presentare un racconto breve che non superi le 10 cartelle (per cartella s’intendono 30 righe, carattere Times New Roman, corpo 12), entro e non oltre il 24/08/2012. I concorrenti dovranno inviare il racconto in formato digitale, insieme alle proprie generalità ed alla dichiarazione che il racconto è inedito e frutto del proprio ingegno, compilando la scheda di partecipazione online.

TEMA DEL CONCORSO

Le storie dovranno essere di genere giallo, thriller e noir e avere la birra come filo conduttore o come elemento tematico.

GIURIA

L’operato e il giudizio della Giuria è  insindacabile. La Commissione giudicatrice è composta da giornalisti, editori ed esponenti della cultura, che verranno resi noti al termine di presentazione delle domande.

PREMIAZIONE

La data ed il luogo della Cerimonia di premiazione sarà comunicato attraverso il sito www.chebirrachefa.com

PREMI

Al 1° e 2° classificato verrà offerto un week-end per n.2 persone in un Resort in Umbria.

DIRITTI D’AUTORE

Gli Autori, per il fatto stesso di partecipare al Concorso, cedono ad Adei, organizzatrice della manifestazione “Che Birra che Fa” e del Concorso nazionale “Giallobirra”, il diritto di pubblicare le opere partecipanti su eventuali Antologie del Premio e nel sito internet www.chebirrachefa.com, senza avere nulla a pretendere come diritti d’Autore. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli autori. La partecipazione al Concorso “Giallobirra” implica l’accettazione di tutte le clausole del presente regolamento e la tacita autorizzazione della divulgazione del proprio nominativo e del Premio conseguito su quotidiani, riviste e siti web.

SPEDIZIONI

Tutti i partecipanti dovranno compilare la domanda online e spedire la liberatoria firmata entro il 24/08/2012 a: ADEI Concorso Nazionale “Giallobirra” Casella postale 116, 06135 Ponte S. Giovanni PG.

RISULTATI

I vincitori del concorso saranno resi noti durante la cerimonia di premiazione. Gli autori finalisti saranno avvisati telefonicamente o per email. I risultati successivamente verranno pubblicati sul sito www.chebirrachefa.com.

NOTA

Tutti i premiati sono tenuti a presentarsi alla cerimonia di premiazione. In caso d’impossibilità motivata potranno richiedere la spedizione del premio.
I concorrenti che non si saranno attenuti al presente regolamento saranno esclusi dal concorso.

INFORMATIVA

Ai sensi della legge 675/1996 e successive integrazioni del D. Lgs. 196/2003. Il trattamento dei dati, di cui garantiamo la massima riservatezza è effettuato esclusivamente ai fini inerenti il concorso “Giallobirra”. I dati dei partecipanti non verranno comunicati o diffusi a terzi a qualsiasi titolo ed i titolari potranno richiederne gratuitamente la cancellazione o la modifica inviando una email ainfo@adei.tv o scrivendo a: ADEI Casella Postale 116 06135 Ponte S. Giovanni PG. Leggi il testo completo della privacy del Concorso Letterario.

http://www.chebirrachefa.com/concorso-giallo-birra/iscriviti-al-concorso/

Pubblicato il

Le prime volte è finalmente in vendita!

LE PRIME VOLTE
ANTOLOGIA DI RACCONTI
PAGG: 169

PREZZO: EURO 9,50 cartaceo, EURO 1,99 ePub

PROMO FEBBRAIO: EBOOK A 0,99!!!


Scegli il formato



 

NOVITA’! L’EBOOK CONTIENE 3 BONUS TRACKS!

L’ebook in ePub sarà inviato via e-mail all’indirizzo fornito dall’acquirente. Si invitano pertanto i clienti a specificare il proprio indirizzo e-mail in fase di pagamento. Per informazioni inviateci un’e-mail

La vita di ciascuno è la somma delle proprie esperienze, ma ogni percorso, per quanto lungo, inizia sempre con un primo passo. Da bambini, da adolescenti, da individui maturi, da persone anziane. Non c’è un termine di scadenza per la commozione legata a un attimo. Non ci sono restrizioni nel numero delle dosi e nei tempi di somministrazione di un’emozione nuova. Non ci sono freni alle possibilità. Per questo non c’è limite alle prime volte. Mai.

Le prime volte: confini da superare, frontiere da valicare, sulla pelle o con la fantasia.

 

 

Potete acquistare l’antologia direttamente qui. Cliccando sul pulsante AGGIUNGI AL CARRELLO sarete reindirizzati al sito per effettuare il pagamento, tramite paypal, postepay oppure carta di credito. La spedizione è GRATUITA e avverrà con piego di libri. Se preferite pagare con bonifico bancario oppure ricaricando la nostra postepay, inviateci un’e-mail e provvederemo a fornirvi le indicazioni per il pagamento.

LE IMPRESSIONI DEI NOSTRI AUTORI:

Care amiche di Mondoscrittura,
ho ricevuto la copia dell’antologia e ne sono entusiasta. Mi piace la copertina, l’impostazione, i disegni e perfino il carattere scelto per i testi, e mi pare che i vari racconti siano tutti di ottimo livello. Grazie per avermi dato l’opportunità di partecipare a questa iniziativa.
C.Z.

 

Complimenti per l’ottimo lavoro di grafica e impaginazione, sono molto soddisfatto, sia come autore che come cliente.
M.D.

 

Confesso che appena ho ricevuto il libro mi sono emozionata, la copertina è bellissima, la scelta di una scarpa come immagine mi da tanto l’idea di un primo passo verso qualsiasi esperienza di vita. Voglio ringraziare le tre coraggiose streghette che hanno realizzato un mio sogno, in particolare chi si è occupata del mio editinig facendo un lavoro meraviglioso. Complimenti a tutti gli altri autori che hanno partecipato, ci sono dei racconti che mi sono piaciuti tantissimo tra cui “Celeste”; “Giudice artificiale”, “Volevo solo una borsa verde menta”, “Ogni volta è la prima”.
Ho appena visto il booktrailer, è veramente carino!!! ciao streghette a presto…
C.Z.

 

“Le prime volte” è arrivato!
Che bella copertina!
Che bella impaginazione!
Che bella sensazione sfogliarlo!
Grazie per avermi fatto salire sul treno di questa bella avventura.
M.N.

 

Ho ricevuto oggi l’antologia, devo dire una cosa: è veramente SPLENDIDA anche a livello estetico, quindi complimenti alle tre streghe!
V.L.

 

Mi è appena arrivata la copia dell’antologia, davvero ben realizzata! Molto suggestiva la copertina e le immagini che introducono i racconti. Volevo ringraziare ancora una volta la “streghetta” che ha curato l’editing del mio testo, rendendolo decisamente più bello e scorrevole. Spero di partecipare alle vostre prossime iniziative; quindi vi seguirò con attenzione sul sito.
M.C.

 

Ricevuto, e letto tutto d’un fiato. Escludendo il mio capolavoro (ovviamente!) è difficile eleggere il mio racconto preferito, perché quelli degni di nota sono quasi tutti allo stesso livello, e sceglierne uno fa torto agli altri. Se proprio devo, nomino “Celeste”, perché a me piacciono le storie di papà e bambini. Menzione d’onore anche per “Tra le nuvole” e “Odore di carne bruciata”.
Un applauso alle streghette organizzatrici!
A. V.

LE RECENSIONI
Le prime volte su Sil-enlty aloud

La recensione di Ilary

La recensione di Annarita Faggioni su “Il piacere di scrivere”

 

Pubblicato il

[CONCORSI] Premio Letterario Nazionale Città di Arona [scadenza 31/03/2012]

SEZIONE GIORNALISTI
Da 1 a 3 articoli o richieste, in lingua italiana pubblicati su quotidiani o periodici che evidenzino attraverso interviste, recensioni o commenti, qualche aspetto significativo della società moderna.

SEZIONE EDITI
Volume a stampa di poesia – tema libero – in lingua italiana – aperta a tutti

SEZIONE GIOVANI
Nati tra il 1987 e il 1994 – brano inedito di narrativa – tema libero – in lingua italiana

SCADENZA 31/03/2012

per informazioni: CIRCOLO CULTURALE OMODEI ZORINI – C.P. 76 – 28041 ARONA (NO)
http://www.premiogvoz.altervista.org/
e-mail premiogvoz@gmail.com
0331.973152 – 340.7743137 – 0322.45627

PREMI
Ai primi classificati di ogni sezione una targa e una pergamena con la motivazione della giuria, ai secondi e terzi classificati una targa.
Il Circolo si riserva di attribuire eventuali segnalazioni al merito, riconoscimenti e premi speciali

Dal 15 ottobre 2012 i risultati del concorso saranno reperibili su questo sito
http://premiogvoz.altervista.org

REGOLAMENTO

Articolo 1 – Le opere dovranno pervenire entro il 31 marzo (farà fede il timbro postale o la data di invio dell’e-mail) a mezzo posta, al seguente indirizzo:
Circolo Culturale G.V. Omodei Zorini
SEGRETERIA PREMIO LETTERARIO Casella Postale n° 76
28041 ARONA (NO) ITALIA

Sezioni Giornalisti: otto copie dell’articolo pubblicato. Dovranno essere accompagnate da lettera con l’indicazione di nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail del partecipante. Indicare la testata giornalistica completa di recapito, sulla quale è apparso l’articolo.

Sezione Editi:tre copie. Dovranno essere accompagnati da lettera con l’indicazione di nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail, breve curriculum del partecipante e nominativo della casa editrice.

Sezione Giovani:otto copie dattiloscritte, per un massimo di cinque cartelle da trenta righe per sessanta battute ciascuna. Tutte le copie dovranno essere anonime e contraddistinte, sul retro dell’ultima pagina, da uno pseudonimo o motto. Dovranno essere accompagnate da lettera con l’indicazione di nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail, data di nascita del partecipante.

a mezzo e-mail: premiogvoz@gmail.com, riservato solo agli inediti

Ogni copia deve essere anonima e contraddistinta, sull’ultima pagina, da uno pseudonimo o motto. Dovrà essere accompagnata da file allegato con l’indicazione di nome, cognome, indirizzo, telefono, data di nascita, breve curriculum del partecipante.

Articolo 2 – Le opere pervenute non saranno restituite.

Articolo 3 -La Segreteria del premio letterario declina ogni responsabilità per eventuali smarrimenti o disguidi postali.

Articolo 4 – Le giurie saranno presiedute da un’autorevole personalità del mondo culturale. I nominativi dei membri delle giurie saranno resi noti solo dopo l’assegnazione dei premi.

Articolo 5 – La premiazione avverrà in ottobre o novembre in Arona. La data e il luogo della cerimonia saranno resi noti tramite la stampa e comunicazione scritta ai vincitori.

Articolo 6 – I vincitori saranno informati personalmente a stretto giro di posta. È fatto loro obbligo di ritirare personalmente il premio.

Articolo 7– La partecipazione al premio implica l’accettazione piena di tutti gli articoli del regolamento. Il giudizio della giuria è inappellabile. Il concorrente risponde personalmente della paternità dell’opera.

Articolo 8 – Il Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini si riserva la facoltà di pubblicare le opere delle sezioni riservate agli inediti.

Articolo 9 – Per qualsiasi comunicazione rivolgersi ai seguenti numeri telefonici (dalle ore 19 alle ore 20,30 di ogni giorno):
0331.973152 – 340.7743137 – 0322.45627
e-mail: premiogvoz@gmail.com

PUNTI DI FORZA: non viene richiesta quota di iscrizione; c’è la possibilità di pubblicazione degli inediti; sul sito sono presenti le informazioni sulle dieci passate edizioni; non vi sono vincoli sul tema, genere o battute

PUNTI DEBOLI: non vengono menzionati i membri della giuria

INDICATO PER CHI: ha un bel racconto nel cassetto e desidera sottoporlo a una giuria esterna.

Pubblicato il

Lo spauracchio sinossi

A distanza di anni – tanti anni, purtroppo… – ricordo ancora la mia maestra delle elementari e la sua fissazione per i riassunti. Quasi ogni mattina, entrando in classe, la maestra Rossana ci guardava, sceglieva un alunno e gli faceva leggere un testo dal sussidiario; poi, puntualmente, ci chiedeva di chiudere il libro e metterlo sotto il banco, perché era il momento di iniziare a fare il RIASSUNTO.
Ricordo che pur essendo la più brava della classe, rimanevo per diversi minuti con la penna a mezz’aria pensando a cosa avrei dovuto scrivere. Quali sono gli elementi più importanti? Che cosa devo specificare, e cosa, al contrario, posso tralasciare? Quanto deve essere lungo il mio riassunto? Devo parlare di tutti i personaggi o basta raccontare le vicende del protagonista?
Sono inciampata negli stessi dubbi molti anni dopo, quando mi sono ritrovata a dover scrivere la sinossi per l’invio del mio primo manoscritto agli editori. Ricordo che non sapevo nemmeno cosa fosse; cercandone in rete il significato, la prima cosa che pensai fu ‘ma perché ‘sti benedetti editori non la chiamano semplicemente riassunto, anziché complicarci ancora di più le cose?’
In realtà tra una sinossi e un riassunto ci sono delle differenze, anche piuttosto marcate; mentre il riassunto è solo una sintesi del romanzo, teso a evidenziarne i punti salienti e sbilanciato fortemente sulla trama, la sinossi è una vera e propria scheda di lettura del manoscritto, in cui l’autore si sofferma su quegli aspetti che in un riassunto sarebbero secondari.

Quali sono dunque le regole per scrivere una buona sinossi?
Se volessimo scherzare con la lingua italiana, potremmo coniare un neologismo che racchiuderebbe in maniera perfetta le due principali caratteristiche di una buona sinossi: concisività, unione di concisione e incisività.
Una sinossi deve essere agile, snella, diretta ed essenziale. Qualche editore vi chiederà di scriverla rimanendo dentro un certo numero di pagine, ma dove non specificato, una sinossi non dovrebbe mai essere lunga più di un paio di cartelle o giù di lì. Anche meno, se possibile. Questo perché chi seleziona manoscritti deve avere un’idea precisa di ciò che si appresta a leggere (o a non leggere…) ma allo stesso tempo concisa, per non rischiare di perdere tempo con qualcosa che si rivela inadatto alla propria linea editoriale.

Una volta stabilito che la sinossi deve essere concisa e incisiva, dobbiamo capire come affrontarla. La prima cosa da tenere a mente è che la sinossi spesso è la prima (e spesso anche l’unica) cosa che viene letta del vostro ‘pacchetto manoscritto’. La sinossi è la vostra stretta di mano con l’editore, il vostro ‘piacere di conoscerla’, la prima impressione che suscitate nel vostro datore di lavoro; per questo è importante che sia scritta bene e che risponda ad alcuni requisiti essenziali. Non dimenticate che a differenza del vecchio proverbio, spesso è proprio l’abito a fare il monaco, per questo è indispensabile che anche la sinossi, oltre al manoscritto, sia redatta in maniera professionale e accattivante.

Come detto, la sinossi deve offrire all’editore una panoramica generale del manoscritto. I primi accenni sono pertanto da dedicare al contesto: genere, ambientazione e collocazione temporale.

Una volta inquadrato l’intero manoscritto, zoomate con la vostra telecamera a inchiostro su trama, intreccio e personaggi, cercando di concentrare l’attenzione sulle particolarità di ognuno di essi: mettete in risalto gli episodi chiave, quelli che fungono da eventi catalizzatori, intorno cui si muove la vicenda, quelli che portano i protagonisti a compiere determinate scelte e a cambiare il corso della storia. I personaggi devono essere tracciati in maniera convincente, la loro psicologia e la loro interiorità devono essere messe a nudo senza alcuna vergogna. E non dimenticate di descrivere il finale: anche se avete trascorso mesi disseminando indizi tra le vostre pagine cercando di mantenere il segreto fino alla fine, l’editore deve sapere esattamente chi è l’assassino e perché uccide in quel modo, per quanto abominevole vi possa sembrare. Lasciate misteri e curiosità per la quarta di copertina, nella sinossi bisogna essere spietati.

L’ultima sezione della sinossi dovrebbe essere quella più tecnica, dove si analizza la cifra stilistica dell’opera, la caratteristica espressiva che contraddistingue quel determinato prodotto, insomma, in altre parole lo stile con cui il romanzo è stato scritto, il suo marchio distintivo. A differenza di quanto si possa credere, questa è la parte più complessa e delicata della sinossi. Giudicare il proprio lavoro con obiettività non è mai una cosa facile. Attenzione quindi a non cadere nell’autoreferenzialità, all’editore non interessa se vi reputate il genio del secolo. A lui interessa capire il target di pubblico cui poter destinare l’opera. Per questo, se avete scritto un romanzo mainstream in cui sono presenti scene di sesso esplicito, oppure un poliziesco che sconfina nell’hard boiled, è bene specificarlo. Se avete giocato su uno stile irriverente, magari avvalendovi di sarcasmo e ironia, fatelo notare. Se avete osato spingervi fino alle parolacce, presentatevi magari come un autore che predilige un gergo giovanilistico per rafforzare la credibilità dell’intreccio.
Prestate attenzione anche nel richiamare nomi altisonanti: un editore che s’imbatte in un autore che si definisce un novello Tolkien, potrebbe cestinare il manoscritto senza leggerne nemmeno una pagina.

Riepilogando:

  1. la sinossi è uno strumento tecnico-scientifico, quindi lasciate da parte le vostre considerazioni personali e concentratevi su ciò che interessa all’editore. La sinossi deve essere funzionale: agile, snella, diretta ed essenziale. In altre parole, concisa e incisiva;
  2. deve in primo luogo inquadrare il romanzo nello specifico genere letterario e analizzarne ambientazione e collocazione temporale;
  3. la trama e i personaggi devono essere delineati con chiarezza dando risalto agli episodi chiave dell’intreccio. Non dimenticatevi di descrivere apertamente anche il finale.
  4. lo stile deve essere analizzato in maniera imparziale senza incensarsi e possibilmente evitando di paragonarsi ad autori già noti. L’editore deve capire il target di pubblico cui il romanzo è indirizzato.

Non scoraggiatevi pensando che sia impossibile concentrare tutto questo in due misere paginette. Buttate giù la vostra sinossi come vi viene, e poi limate, tagliate, affinate. Vi accorgerete da soli di quanto superfluo ci sia in ciò che avete scritto. Siete degli scrittori, il dono della sintesi e la capacità di costruire una scenografia usufruendo di pochi dettagli sono due requisiti imprescindibili. Scrivere la sinossi è un ottimo allenamento, soprattutto per chi tende a essere prolisso.

E per chi proprio non ce la facesse a trattenere le dita, spinto da un irrefrenabile bisogno di dire di più, consigliamo di redigere una lettera di presentazione che accompagni la sinossi. Ma questo sarà argomento di un altro articolo… 🙂